Francis Bed&Breakfast Superior Trieste Centro

BORGO TERESIANO

A metà strada tra la stazione e Piazza Unità si sviluppa il Borgo Teresiano, senza dubbio uno dei quartieri più eleganti e signorili della città. Voluto a metà del 18° secolo da Maria Teresa imperatrice d'Austria, è caratterizzato da un'architettura squisitamente austriaca e da una disposizione urbanistica ortogonale che lo rende moderno ed ordinato. 

Il Borgo Teresiano è stato il quartiere del commercio triestino, come testimonia il Canal Grande che squarcia in due le rive. Un tempo rappresentava la via essenziale per i traffici marittimi ma successivamente fu accorciato e l’accesso limitato alle piccole imbarcazioni che ancora oggi lo affollano. Il Canale è attraversato da due ponti (Ponte Rosso e Ponte Verde, un tempo girevoli o apribili per permettere alle barche di entrare) e una passerella pedonale, inaugurata nel 2013 e battezzata ‘Passaggio James Joyce detto Ponte Curto’, a causa di un presunto errore di misurazione della larghezza del Canale. 

Attraversando il Ponterosso vi capiterà di superare un signore che passeggia indisturbato. Non mancate di fermarvi a fare una foto con lui: è James Joyce, o meglio la sua statua realizzata da Nino Spagnoli nel 2004.

CHIESA DI SANT'ANTONIO NUOVO

Il principale edificio religioso del Borgo Teresiano è indubbiamente la Chiesa di Sant'Antonio Nuovo. L'edificio presenta una facciata caratterizzata da un maestoso pronao con sei colonne ioniche e un ampio frontone; sull'attico sono collocate sei statue scolpite che raffigurano i Santi protettori di Trieste. Questa chiesa merita una visita per le notevoli dimensioni e per i pregiati affreschi interni.

CHIESA SERBO-ORTODOSSA DI SAN SPIRIDIONE

Si affaccia sul Canal Grande la neobizantina chiesa serbo-ortodossa dedicata appunto a San Spiridione Taumaturgo. Sorta sulle fondamenta di una chiesa ortodossa utilizzata sia dalla comunità greca che da quella serba, a seguito di una scissione tra Greci e Serbi la chiesa fu rimodernata ed ampliata. Con una pianta a croce greca e cinque cupole che la sovrastano presenta al suo interno affreschi e pitture pregiati oltre che un’iconostasi in legno massiccio. Non potrete non notarla vista l'architettura totalmente diversa da quella degli edifici che la circondano. 

CHIESA DI SAN NICOLO' DEI GRECI

Dopo la già citata scissione della comunità ortodossa in quella serba e in quella greca fu costruita sulle rive una chiesa greco-ortodossa consacrata a San Nicola, patrono di marittimi e armatori. Con una pianta a navata unica tipica delle basiliche racchiude un’iconostasi lignea ricca di decorazioni con alcune icone argentee molto particolari e degne di nota.

Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer